Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Lettere’ Category

Ciao, come stai?

Spero tutto ok! In questi giorni sto iniziando ad organizzare il mio matrimonio nel 2012 ed il mio pensiero è venuto a te. Per carità, nulla da mettere in discussione scelte di tale importanza, ma tenevo a farti sapere che tu rimani sempre tra le più belle cose che mi sono capitate nella vita e che rimpiango di non aver vissuto a pieno. E sai che lo penso davvero! Un caro abbraccio ovunque tu sia e qualunque cosa tu stia facendo 🙂

Annunci

Read Full Post »

My last words

My last words
My last words

 

http://www.wordle.net/

Read Full Post »

Con i tuoi occhi

Vorrei saperti amare. Ogni giorno. E ogni giorno come il giorno in cui ti ho amato di più. E di più anche. Vorrei saperti amare come se non ne avessi altri di giorni. Nè passati nè futuri. Scartarti come se tu fossi la mia sorpresa ché la sorpresa è negli occhi di chi guarda. Riuscire a vedere la tua felicità in un sorriso, nelle tue mani, nel tuo sguardo. E capire che la tua felicità sono io. Se solo sapessi farlo. Se solo sapessi farlo ogni giorno. Ogni giorno mi innamorerei di quella ragazza che si addormenta su una poltrona tra le tue braccia ché di nient’altro ha bisogno. Vorrei vedermi con i tuoi occhi e in quel momento forse imparerei ad amarti.

 

In sottofondo: Bungaro – Occhi belli

Read Full Post »

Protetto: Contaminazioni

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Read Full Post »

Thinking…

A volte due mesi sembrano una vita. Quella che se ne è andata. E nonostante tutto quello che è successo intorno, il mio mi manchi è rimasto certezza. In attesa di incontrarti in un giro di vento o in un silenzio.

Read Full Post »

Lettera

cimitero.jpg

Cara zia, come si sta lassu? Sorridi mentre ci guardi? Ammiri quanta vita mettiamo nel tuo ricordo? Ti scoppia il cuore a vedere quanto ci manchi? So che la tristezza non appartiene al luogo in cui sei ora. Lo so.

Tutti ti hanno sognata. A tutti avevi da dire qualcosa. Un sorriso per ognuno di loro. Io sono forte. Sara per questo che non mi vieni a trovare in sogno. Forse sono l’unica a credere che c’e’ speranza anche dopo. Anche quando la mancanza ti toglie il respiro.

Non voglio lacrime da versare. Voglio presenze seppure diverse.

E allora ti racconto. Ti racconto del luogo in cui vorrei vivere. Proprio lì, dov’era il tuo centro e il mio punto certo in questo paese non mio. Sto facendo dei progetti. Sto facendo quei passi che tu speravi di vedermi compiere. Senza fretta che ormai tu non ci sei più. E in quel luogo ci sara sempre qualcuno da salutare. Un luogo di famiglia -che è la cosa più bella che hai lasciato-.

Ci sono cose -persone- che e impossibile dimenticare.Da quando non ci sei ho un’altra cosa da fare, per tutte le somiglianze che con orgoglio ho scorso tra te e me.

(tratta da una riflessione di Anthony Bloom) E’ bene ricordarsi del fatto essenziale che ogni essere vivente lascia dietro di sé un esempio: esempio di una vita onorevole o indegna. Tutti coloro che hanno conosciuto lo scomparso devono riflettere profondamente sull’impronta che ha lasciato nella loro vita, sulla semente gettata, che deve dare i suoi frutti. E’ scritto nei vangeli che se il grano non muore non dà frutto, ma se muore fruttificherà trenta, sessanta o cento volte.

Tutti quelli che hanno conosciuto il defunto raccolgano e rechino con sé i frutti della sua vita,s’impegnino a vivere conformemente all’immagine che esso ha lasciato così come l’hanno percepita, imitino tutto ciò che nella sua esistenza merita di essere imitato.

Read Full Post »