Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Incipit’ Category

Cose inutili così

Era come se avvertisse un senso di estraneità a tutto ciò che la circondava. Non esisteva posto in cui si sentisse realmente a casa, se non tra le pareti della sua. Una sorta di allergia al pre che nella maggior parte dei casi scompariva una volta che veniva risucchiata dagli eventi. Era il pensiero di doversi calare in una qualsiasi situazione o forse quella percentuale di incognita che anticipa qualsiasi evento o forse ancora la consapevolezza di vedere in primis nero così magari da non restare poi delusa o anche tutte e tre le cose insieme. E’ che a vederla poi, completamente dentro le situazioni, nessuno aveva mai pensato a quella montagna di pensieri, per la maggior parte inutili, con cui lei si arrovellava la mente e quindi, nessuno usava verso di lei quelle attenzioni particolari che si riserverebbero invece normalmente ad un paranoico riconosciuto. D’altronde lei, si guardava bene dal farle notare certe cose, o lasciava perlomeno passare un lasso di tempo abbastanza esteso, così che si potessero verificare tutti quegli eventi diretti a smentirla. E quasi sempre succedeva. Poteva essere questa una specie di schizofrenia? O era, forse, solo un’eccessiva dose di permalosità diretta all’autoinflizione di una tollerabile dose di dolore? In ogni caso, qualunque fossero state le cause di questo suo infantile comportamento, le conseguenze si manifestavano puntualmente e  inutilmente avvilenti.

Annunci

Read Full Post »

31+1

Perchè iniziare oggi?

Ho un assoluto bisogno di progettare. Fare qualcosa per me. Per me. Soltanto.

Soltanto?

E non è che ho bisogno di grandi cose. Quelle le lascio agli altri.

Vorrei parlare di antiche emozioni al tuo (mio) cuore assopito” (Ndr: dal titolo del quadro. Andrea Agostini. Grazie.)

Non chiedo altro che sapermi ascoltare. Sempre. Per sempre.

agostini_castello2.gif

Read Full Post »