Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2008

Che ci faccio qui?

 

Insomma, io sono stata qui.

Oggi sono in shock.

It’s comprehensible!

Annunci

Read Full Post »

Poesia in sms

Lui ha scritto:

Ciao. Come stai? Oggi ti ho pensato…e volevo lo sapessi.

Sono passati quasi tre anni dall’ultima volta che ci siamo visti. Due dall’ultima volta che ci siamo sentiti la voce. Sette mesi da un sms inviato a tutti. E insomma è passato da tutto un sacco di tempo. E’ passato un sacco di tempo da quando un sms così mi avrebbe mandato in crisi. E’ passato talmente tanto tempo che a leggerlo sono riuscita a sorridere, appena dopo lo stupore. Che l’ho trovato un pensiero dolce e da lui, di dolce, mi sono sempre aspettata poco. Forse quel per sempre che volevo, esiste davvero.

Read Full Post »

Yes I can

Avevo un sogno. Volevo diventare giornalista. Poi mi sono lasciata distrarre. Ma scrivo ancora. Sempre. Che certe cose non cambiano mai. Ora succede che ieri, per la terza volta, è stato pubblicato un mio articolo su un quotidiano. Con un altro nome come firma, of course. Ma con parole mie, of course. E non era niente di importante, si parolava di cavolate. Però insomma, posso dire di averlo realizzato?

Read Full Post »

Come giro di tango

E’ un sacco di tempo che non scrivo. E sarà perché le mie parole migliori le sto dedicando al mio progetto. Quello di una vita. Quello che mammamiaquantoèfatica! Però ho comunque voglia di provarci. Che questa volta una parte dell’obiettivo almeno è stata raggiunta. E poi ci sono giorni in cui occorre prendere le distanze. Per non assuefarsi a certe parole. E ci sono altri giorni in cui invece occorre fidarsi e lasciare che, di quelle parole, siano altri a prendersene cura. E per farlo a volte serve lacerarsi un pezzetto di cuore, sperando poi di poterlo riavere indietro, anche meglio di prima. In ogni caso, in questi giorni di assenza, il cuore mi è scoppiato più di una volta. E sono stata felice. E ho avuto voglia di creare e di ballare canticchiando 1, 1-2, 1, 1-2 e gira 1, 1-2. I sogni sono fatti per crederci. Realizzarli invece è solo un optional.

Read Full Post »